Hanno parlato di me

http://www.cavaldonatocommunication.com/?p=1742

 

Massimo Argenziano si racconta

badminton

05 agosto 2015

CavalDonato Communication → Approfondimenti

Massimo Argenziano, Montelibretti, Ricognizione del Cross
Massimo Argenziano, Montelibretti, Ricognizione del Cross

B.S.: Per ciò che riguarda l’ambito equestre, sono soprattutto gli indimenticabili scatti nelle discipline del Completo, del Galoppo e del Polo a parlarci di Massimo Argenziano (classe 1962, di origini romane), certamente annoverabile tra i grandi maestri italiani della fotografia sportiva odierna. Fin dai recenti inizi della nostra attività, Massimo è stato ed è tra i supervisorie i partners di CavalDonato Communication, pertanto è un piacere ancora più grande scambiare quattro chiacchiere con lui, per presentarne la figura professionale, ma non solo… quel che anzitutto colpisce, della sua persona, è l’affabilità, la disponibilità e l’entusiasmo. Ma farei finalmente parlare te, Massimo: a quando risale il tuo primo scatto “importante”, cosa puoi raccontarci del tuo percorso professionale? Quali sono state le principali ragioni che ti hanno infine portato ad eleggere l’attività sportiva quale principale oggetto dei tuoi ritratti?

leggi tutto

 

 

 

 

 

 

 

 

http://energitismo.com/fotografare-lo-sport-con-emozione/?lang=it

 

 

 

L’arte della fotografia nello sport

 

L’arte della fotografia nello sport

In poco tempo nel mondo degli amanti dell’equitazione è accaduta una piccola rivoluzione artistica: un fotografo romano ha iniziato a pubblicare scatti “con l’anima”.

Massimo Argenziano, l’artefice di questa nuova filosofia, viene dalla fotografia artistica e per anni aveva curato lo sviluppo e la stampa di artisti fotografi e aveva fotografato opere d’arte per conto di gallerie e musei. La sua è una vita trascorsa fra l’alta tecnologia, la sperimentazione e la cura del dettaglio e dell’inquadratura.

Suo padre aveva fondato un laboratorio fotografico nel centro di Roma nel 1975 e l’ingresso di Massimo nell’impresa familiare era stato caratterizzato dal suo amore per le sfide delle immagini digitali. Un connubio di Arte e Tecnologia che lo ha portato in contatto con importanti artisti ciascuno dei quali gli ha trasmesso una sensibilità particolare nel cogliere le emozioni delle persone e di suscitarne a sua volta altre.

Lo abbiamo incontrato nella sua casa di Rocca di Papa proprio vicino il Vivaro, il mitico centro equestre federale conosciuto in tutto il mondo per le sue discese, e gli abbiamo chiesto la storia de La Fotografia Sportiva, la sua popolare pagina Facebook.

 

Leggi tutto: http://energitismo.com/fotografare-lo-sport-con-emozione/?lang=it#sthash.QdmNJDxv.dpuf

Pubblicazioni

10-11-2014

COMPLETO: E' Pietro Roman il nuovo Campione Italiano

di  
 
COMPLETO: E' Pietro Roman il nuovo Campione Italiano
 
 leggi dopo 
Argento al Sergente Emiliano Portale, bronzo per Luca Roman
 
E’ Pietro Roman il nuovo Campione Italiano di Completo. Il cavaliere romano si è laureato proprio ieri, domenica 9 novembre, sui campi del Circolo Ippico Ravennate. 

Roman in sella al grigio Barraduf ha tenuto la testa della classifica fin dal primo giorno quando è uscito dal rettangolo con un negativo di 44.40 registrando una percentuale del 70.38. Con un netto nel tempo nella prova di cross-country e una sola barriera nel percorso di salto ostacoli Roman ha così chiuso con un negativo totale di 48.40 aggiudicandosi la medaglia d’oro.  Il nuovo Campione Italiano ha “strappato” il titolo al binomio Campione uscente: il Sergente dell’Esercito Italiano Emiliano Portale che in sella a Rubens delle Sementarecce ha messo al collo quest’anno la medaglia d’argento. Con un punteggio negativo totale di 53.90. E’ un altro Roman a salire sul terzo gradino del podio, si tratta di Luca, fratello maggiore di Pietro, che in sella a Castlewoods Jake guadagna una medaglia di bronzo con 58.30 punti negativi totali. Una grande soddisfazione di famiglia, visto che Pietro e Luca sono figli (d'arte) di papà Federico Euro Roman, oro individuale e argento a squadre ai Giochi Olimpici di Mosca 1980 proprio nella disciplina del completo.  

E' il risultato conseguito dalla neo medaglia d’oro era anche il migliore nel CIC 3 stelle ravennate, categoria dalla quale veniva estrapolata la classifica degli italiani, così Pietro Roman si è aggiudicato anche la categoria internazionale che ha visto alla partenza 40 binomi. 

Il concomitante CIC due stelle è andato alla svizzera Eveline Bodenmuller su Waldmann che ha accumulato un punteggio negativo di 49.60. In questa prova il migliore degli azzurri è stata Francesca Colombo su Holderlin Kasper, terza, con 61.80.

E’ azzurra la vittoria nell’evento monostellato, ad opra di Chiara Luciana Villani su Horaz 11, che conquista la prima posizione con 52.10. Stesso punteggio conseguito da Raffaele Mare, secondo, su Bishopshall Golden Beach.

(Nella foto © FISE/Massimo Argenziano: il podio del Campionato Italiano 2014 di completo)
 

http://www.fei.org/news/fei-nations-cup™-eventing-britain-closes-germany-montelibretti

FEI Nations Cup™ Eventing Leaderboard (after 5 of 7 events):

1 Germany 39 points

2 Great Britain 37

3 New Zealand 18

4 Italy 17

5 Australia 15

5 France 15

7 Netherlands 12

8 Sweden 8

9 Ireland 5

10 Spain 4

10 USA 4

Full results and FEI Nations Cup™ Eventing standings: www.fei.org/fei/events/fei-nations-cup-series/eventing

 

Photo Caption: The winning British team at Montelibretti (ITA), left to right: Nicky Roncoroni, Dani Evans, Emilie Chandler and Paul Sims. (Photo: Massimo Argenziano/FEI).

Notes to editors:

The FEI’s first team Eventing series, the FEI Nations Cup™ Eventing, is open to all nations fielding one team composed of 3 or 4 riders at each leg. The series runs under FEI Eventing rules at CICO and CCIO 3* level and riders accumulate points under a dedicated system created for the new series.

Lunedì, 23 Settembre 2013 15:59

COMPLETO: Il Sergente Portale è anche Campione italiano interforze

di  Enrico Perez
 
COMPLETO: Il Sergente Portale è anche Campione italiano interforze
 
 leggi dopo 
Argento al Caporal maggiore Roberto Riganelli. Bronzo per l’Assistente Capo Fabio Magni
La classifica finale del Campionato italiano di Completo 20310 chiusosi ieri, domenica 22 settembre, nella splendida cornice offerta dal Centro ippico Militare di Montelibretti ha assegnato anche i titoli interforze della disciplina per il 2013. E’ il Sergente dell’Esercito Italiano Emiliano Portale in sella a Rubens delle Sementarecce ad ottenere la medaglia più preziosa. Alle sue spalle con l’argento al collo troviamo il Caporal maggiore scelto Roberto Riganelli su Stinger du Meugon, anche lui con la divisa dell’Esercito. La medaglia di bronzo è andata, invece, all’Assistente capo del Corpo Forestale dello Stato Fabio Magni, che in sella a Traiga Suerte sale così sul terzo gradino del podio interforze.
(Nella foto di Massimo Argenziano: Il Sergente Emiliano Portale).

 

Montelibretti results
1 Great Britain, 148.0 penalties
Nicky Roncoroni/Trig Point, 44.6; Emilie Chandler/Coopers Law, 48.4; Paul Sims/Calador, 54.0 (Dani Evans/Raphael ll, 66.4)

2 Italy, 185.4
Emiliano Portale/Rubens Delle Sementarecce, 48.8; Roberto Riganelli/Stinger du Meugon, 58.6; Sandei Pietro/Mouse, 78.0; (Marco Cappai/Sunshine Sweet, WD before Jumping)

3 Germany 1,159.0
Robert Sirch/Killcross, 69.6; Bodo Battenberg/Cadgold, 90.2; Martin Drescher/Gandalf VM, WD before Jumping 

  Europei Pony, definita la squadra

24/7/2013 

  Il tecnico Jacopo Comelli ha selezionato quindi i binomi della squadra che sono: Emma e Fine, Maria Sole e Loughtwon, Matteo e Mon Nantano e Ludovica e Dromalga. Chiara e Manfredi sono a titolo individuale.

Ed ecco gli orari dei nostri ponisti!

 

 

  GIOVEDì

  15:00 Emma e Fine (squadra)
  15:56 Chiara e Zebedee (individuale)
  16:45 Maria Sole e Loughtown Lass (squadra)

  VENERD'
  8:35 Matteo e Mon Nantano (squadra)
  9:45 Manfredi e Soulbury (individuale)
  10:34 Ludovica e Dromalga (squadra)

Domenica, 28 Luglio 2013 15:46

COMPLETO: Europei pony. Quarto posto per l’Italia

di  Enrico Perez
 
COMPLETO: Europei pony. Quarto posto per l’Italia
 

Vince la Gran Bretagna, seguita da Francia e Irlanda

Chiude al quarto posto la nazionale pony di completo ai Campionati Europei, che si sono chiusi oggi, domenica 28 luglio, nelle strutture dell’Arezzo Equestrian Centre. La squadra azzurra composta da Matteo Guiducci in sella a Mon Nantano de Florys, Maria Sole Girardi con Loughtown Lass, Ludovica Bolaffio con Dromalga Noor ed Emma Pasqualini con Fine and Smart van de Langenheuvel, aveva mantenuto la seconda posizione dopo la prova di cross country di ieri. Una barriera di troppo non ha consentito forse ai nostri di restare sul podio ma la prova di oggi ha comunque, dimostrato che i nostri ragazzi hanno saputo combattere e si confermano tra le squadra più competitive del momento. La prova di salto ostacoli dei nostri azzurri è stata macchiata da un errore per Girardi, Bolaffio e Pasqualini e due per Guiducci, che prima del salto era detentore della seconda posizione individuale. Nella prova individuale un errore per Manfredi Foschi e Soulburry Otters Star. 

“C’è un po’ di amarezza – ha detto il tecnico Jacopo Comelli – ma ai ragazzi non si può recriminare niente. Loro hanno montato bene, conducendo un buon campionato, ma purtroppo sappiamo che nel nostro sport le barriere cadono e per una di troppo siamo fuori dal podio”. 

La vittoria della gara a squadre è andata alla Gran Bretagna, che supera dopo l’ultima prova la Francia, sino ad oggi intesta alla classifica, ma che deve accontentarsi della medaglia d’argento. Terzo posto per un’agguerrita Irlanda. Non riesce ad andare sino in fondo il francese Victor Levecque (Qualitat des Bourdons), detentore per tutto il campionato della prima posizione. Il giovane cavaliere d’oltralpe si è dovuto accontentare del bronzo individuale a causa delle 8 penalità accumulate nella prova di salto. L’oro va, invece, alla amazzone inglese Yasmin Ingham su Craig Mor Tom, autrice di una bella rimonta nella giornata di oggi. A un’amazzone francese va anche la medaglia d’argento: si tratta di Marine Bolleret su Perle du Boisdelanoue. 

Nella foto di Massimo Argenziano: Il Team Italia alla seconda ispezione.
Lunedì, 29 Luglio 2013 20:59

EUROPEI PONY: Cala il sipario sull’edizione 2013

di  FISE
 
EUROPEI PONY: Cala il sipario sull’edizione 2013
 


Apprezzata dai capi equipe stranieri l’organizzazione dell’evento

Cala il sipario sull’edizione 2013 dei Campionati Europei Pony di salto ostacoli, completo e dressage. L’attesissimo evento continentale programmato all’Arezzo Equestrian Centre da martedì 23 a domenica 28 luglio, non ha tradito le aspettative e ha riscosso un ampio successo dal punto di vista organizzativo, grazie anche al particolare gradimento riscontrato dai capi equipe stranieri e dei delagati della Federazione Equestre Internazionale. Diciassette nazioni e 206 atleti hanno calcato i campi dell'impianto che ha dato vita all'evento. E' toccato dunque, ancora una volta all'Italia di accendere i motori della macchina organizzativa di eventi di caratura continentale. Una prova assolutamente superata almeno a sentire le autorevoli personalità del settore. Nella giornata di domenica a congratularsi con i vincitori delle medaglie erano presenti in rappresentanza della FISE anche il Commissario straordinario della Federazione Gianfranco Ravà e il vice commissario Col. Max Andrè Barbacini.

Nella foto di Massimo Argenziano: Il Commissario straordinario FISE Gianfranco Ravà durante la cerimonia di premiazione

 

Con quattro netti nel tempo la squadra azzurra pony di completo impegnata nei Campionati Europei 2013 tiene ben salda la seconda posizione dopo la prova di cross-country disputata oggi, sabato 27 luglio, sul circuito “continentale” realizzato negli impianti dell’Arezzo Equestrian Centre e particolarmente apprezzato dagli atleti e dalle delegazioni straniere. Spettacolare e molto seguita la fine del tracciato, i cui ultimi sei salti sono stati posizionati nella prestigiosa Arena Boccaccio del funzionale centro ippico aretino.

Il team azzurro composto da Matteo Guiducci in sella a Mon Nantano de Florys, Maria Sole Girardi con Loughtown Lass, Ludovica Bolaffio con Dromalga Noor ed Emma Pasqualini con Fine and Smart van de Langenheuvel, ha mantenuto la freddezza necessaria per un appuntamento prestigioso come il Campionato Europeo. Una piccola infrazione al tempo per Manfredi Foschi e Soulburry Otters Star, impegnato nella prova individuale consegnano all’azzurro la 30 piazza, mentre è incorsa nell’eliminazione proprio sugli ultimissimi salti Chiara Gorini su Zebedee.

La classifica individuale, guidata sempre dal francese Victor Levecque, vede ancora al secondo posto il nostro Guiducci, mentre recuperano una posizione dopo il cross Maria Sole Girardi (5^) e Ludovica Bolaffio (14^). Balzo in avanti anche per Emma Pasqualini che passa dalla 50^ dopo il dressage alla 36^ dopo la prova di oggi. La Francia (136) detiene ancora il comando, seguono Italia (137,70) in seconda posizione e Gran Bretagna (142,20) al terzo posto; poi Irlanda (142,90), Belgio (161,30), Olanda (178,80), Danimarca (206,30) e Germania (1.102,90).

Pienamente soddisfatto il tecnico della nazionale pony Jacopo Comelli. “Oggi i ragazzi – ha dichiarato Comelli – hanno dato davvero il massimo. Hanno mantenuto tutti la concentrazione e la freddezza necessaria per la prova più impegnativa del Campionato, mettendo a segno 4 netti nel tempo. Per quanto riguarda gli individuali dispiace per l’eliminazione di Chiara Gorini, ma il binomio nella parte finale del tracciato ha forse risentito un po’ della stanchezza, ma può capitare. Positiva la prestazione sul percorso di Manfredi Foschi, peccato per quella piccola infrazione al tempo”.
Soddisfatta del lo splendido lavoro svolto dal team anche il capo equipe della rappresentativa azzurra del completo Andrea White. “Quello di oggi – ha detto White – è stato un vero lavoro di squadra. Oggi ci siamo divisi i compiti e tutto ha funzionato al meglio. I cavalli hanno recuperato velocemente le loro condizioni, anche grazie al grande lavoro svolto dal nostro team di assistenza, che si è preso cura dei cavalli all’arrivo. Ogni pony, infatti, al termine del tracciato è stato attentamente monitorato dai veterinari e aiutato a recuperare, con l’ausilio dell’acqua ghiacciata e del tunnel che emanava acqua nebulizzata, messi a disposizione dal comitato organizzatore”.

Nella foto di Massimo Argenziano: Matteo Guiducci in sella a Mon Nantano de Florys